Previous ] Up ] Next ]

New Zealand 3

 

New Zealand - April 14, 2005 - Christchurch

 

I'm now enjoying Christchurch, beautiful town of an aspect soo English. It’s not by chance. It was founded and built like that. In 1850 four ships full of Englishmen landed here and so Christchurch was born. Ora mi sto godendo Christchurch, bella città con un aspetto cooosì inglese. E non è per caso. E' stata fondata e costruita per essere così. Nel 1850 quattro navi piene di inglesi sono atterrate qui e così ecco nata Christchurch.

 

 

This morning I took the GONDOLA up to Mount Cavendish (500 m). And, surprise, a well know name welcomed me inside. Doppelmayr, from Austria built it. How many times around the European Alps I’ve seen this name in similar circumstances!

 

Be aware, they promise you spectacular pictures but you can't take them like they show you because there're a lot of poles in your way when you’re inside the balcony.

So I lost my patience and decided to climb a near mount to take REALLY beautiful pictures.

I took THAT route (red dots) and I climbed as far as those antennas you can see there, running whenever I was able to.

The pictures, you have to admit, are really stunning.

Questa mattina ho preso la GONDOLA, su fino al Monte Cavendish (500 m). E sorpresa, un nome ben noto mi ha dato il benvenuto all'interno. Doppelmayr, ditta austriaca, l'ha costruita. Quante volte in giro per le Alpi Europee ho visto questo nome in circostanze simili!

 

State attenti. Vi promettono fotografie spettacolari ma non potete scattare quelle fotografie che vi mostrano perché ci sono un sacco di pali in mezzo, quando siete all'interno della balconata.

Così ho perso la pazienza e ho deciso di salire sulla montagna vicina per scattare foto che fossero DAVVERO belle.

Ho preso QUELLA strada (puntini rossi) e mi sono arrampicato fino a quelle antenne che si possono vedere, correndo ogni volta che potevo.

Le fotografie, però dovete ammettere, sono davvero spettacolose.

 

The track is shown by the red dots

The red arrow indicates where the gondola arrives...

 

Then, back in the city, a long restful walk in the huge Botanic Gardens, already with yellow leaves storming all around at the least breath of wind and autumn flowers growing everywhere.

The Avon knots himself all around it and punting in this season is so romantic. Above all when it's another person sweating instead of you...

Quindi, di nuovo in città, una lunga riposante passeggiata negli enormi Giardini Botanici, già con le foglie gialle che turbinano ad ogni alito di vento e fiori autunnali dappertutto.

L'Avon si annoda intorno ad esso e il punting (il muovere una barca spingendo con un bastone contro il fondo) è così romantico in questa stagione. Soprattutto quando è un'altra persona che suda al posto tuo...

 

A camelia

...the last colours before winter

...punting in Autumn

 

Tomorrow I have the fly back to Auckland. And the day after tomorrow I have the fly to Noumea, New Caledonia.

So, back to tropical Pacific and goodbye to New Zealand, magnificent country.

 

See you in New Caledonia!

Domani ho il volo di ritorno ad Auckland. E dopodomani ho il volo per Noumea, Nuova Caledonia.

Così, ritorno al Pacifico tropicale e arrivederci alla Nuova Zelanda, terra spettacolosa.

 

Ci vediamo in Nuova Caledonia!

 

New Zealand - April 11, 2005 - Kaikoura

 

I wake up very early, at dawn, and I roam unhurriedly for the empty streets. Mi sveglio prestissimo, all'alba, e vago senza fretta per le strade vuote.

 

 

It’s clear that the big business here are the marine mammals. Dolphins and seals are forever leaping from the roofs. Whales, sperm whales and orcas are grinning at you from every corner.

And, on the background but only geographically, magnificent mountains, with snow on their peaks in sharp contrast with the ocean under them and looming over it.

E' chiaro che il grosso affare qui sono i mammiferi marini. Delfini e foche saltano eternamente dai tetti. Balene, capodogli e orche ti sorridono da ogni angolo.

E, sullo sfondo ma solo dal punto di vista geografico, spettacolose montagne, con la neve sulla cima, in acuto contrasto con l'oceano sopra cui giganteggiano.

 

 

I take the very first trip with a boat for whale watching, at 7.15 am and, in the flat surface I’m lucky enough to see, at a short distance, a magnificent, huge, sperm whale.

At first it was only breathing, with his characteristic forward blow. Then, after a last huge inspiration that made him emerge a lot more, he dived, his gigantic tail curving in slow motion over the surface in a graceful, despite all his bulk, relaxed arc.

The sounder told us that under him there was more than 1200 m of water.

I don’t even want to START to tell you here all the thoughts that crossed my diver’s mind at that sight.

Prendo il primissimo viaggio in una barca per il whale watching, alle 7 e un quarto e, sulla superficie piatta, sono così fortunato da vedere, da vicino, un magnifico, enorme capodoglio.

Dapprima stava solo respirando, con il suo caratteristico soffio in avanti. Quindi, dopo un'ultima enorme inspirazione che l'ha fatto emergere di più, si è immerso, la coda enorme che si curvava al rallentatore sulla superficie in un arco, nonostante tutta la sua massa, elegante e rilassato.

L'ecoscandaglio ci diceva che sotto di lui c'erano più di 1200 metri d'acqua.

Non voglio nemmeno COMINCIARE a raccontarvi tutti i pensieri che hanno attraversato la mia mente di subacqueo in quei momenti.

 

...with his characteristic forward blow...

...under him more than 1200 m of water...

 

After that I’m so elated that decide to stitch together several activities, a run-walk up and around the high cliffs at the end of Kaikoura peninsula, a stop at the lookout point on the very top of it and, above all, a long, serious visit to the fur seal colony over there.

You can see well the seals when there’s low tide and you can walk beside them lazing about and sleeping on the warm rocks and I was lucky enough to have at 12.45 the low tide.

So, shorts, backpack and I go running.

The lookout is splendid but they really should take out that horrible radio antenna just beside it. I’m sure it has it usefulness (!) but it’s really ugly.

Dopo questo sono così beato che decido di incollare insieme differenti attività, una corsa-passeggiata su ed intorno le alte pareti al termine della penisola di Kaikoura, una fermata al punto panoramico proprio in cima ad essa e, soprattutto, una lunga, seria visita alla colonia di foche da pelliccia che c'è lì.

Puoi vedere bene le foche quando c'è bassa marea e puoi camminare proprio di fianco a loro, sdraiate qui e lì e addormentate sulle rocce calde, e sono stato tanto fortunato da avere alle 12.45 la bassa marea.

Così, pantaloni corti, zaino e via a correre.

Il punto panoramico è splendido ma dovrebbero davvero togliere quella orribile antenna radio proprio di fianco ad esso. Sono sicuro che abbia la sua brava utilità (!) ma è davvero orripilante.

 

South view and South Bay

North view and Kaikoura

 

The seal colony it just on the road. You walk around the flats rocks trying to find the seals that, when they’ve dried their fur, are almost of the same colour of the ground.

But, learned the trick, and with a bit of wind it’s very easy to find them. The seals, ladys and gentlemen, stink! Three quarter of wet dog and a quarter of fish. Or the other way around.

Free not to believe it but I did really found three of them by nose , hidden in a rocky crevice out of the way.

The real problem is not to take pictures of them. It’s to take meaningful pictures of them. I mean, a seal while sleeps is more or less a heap of fur. You cannot obviously, out of respect for the animals, resting after long hours or days in the water, and, I’m sure, also warming themselves in the sun after the cold waters (and again my background as a diver helps me to understand well these things). You cannot, I was saying, shout to them till they rouse. You have to find them and wait till they twitch their nose, swirl they whiskers and awaken. Often to scratch. Sometimes then looking at you with sleepy mild curiosity, blinking.

La colonia di foche è proprio sulla strada. Cammini vagando per le rocce piatte cercando di trovare le foche che, quando hanno la pelliccia asciutta, hanno quasi lo stesso colore del terreno.

Ma, imparato il trucco, e con un po' di vento, è molto facile trovarle.

Le foche, signore e signori, puzzano! Tre quarti di cane bagnato e un quarto di pesce. O viceversa.

Liberissimi di non crederci ma ne ho davvero trovate tre a naso, nascoste in una crepaccio roccioso fuori di vista.

Il reale problema non è di fare fotografie delle foche. E' di fare fotografie significative. Voglio dire, una foca addormentata è più o meno un mucchio di pelliccia. Non puoi naturalmente, per rispetto degli animali, che stanno riposando dopo lunghe ore o giorni nell'acqua, e, sono sicuro, che si stanno anche scaldando al sole dopo l'acqua fredda (e di nuovo l'essere subacqueo mi aiuta a capire tutto ciò). Non puoi, stavo dicendo, svegliarle ad urlacci. Devi trovarle e aspettare fino a che non arricciano il naso, fanno vibrare i baffoni e si svegliano. Spesso per grattarsi. Qualche volta allora ti guardano con assonnata gentile curiosità, strizzando gli occhioni.

 

Sleep again or not?

...sleepy mild curiosity

 

New Zealand - April 10, 2005 - Auckland - Kaikoura

 

Today, after a couple of days of rest after the trip to north and studying, early in the morning, I leave for the South Island.

Ok, I lied. It was not true I didn’t want to see for some time the Ocean again.

My target is Kaikoura, where there’s the biggest trench on the floor of the Ocean in the south hemisphere.

It’s not only a somewhat abstract interest in Oceanography. There, attracted by the nutrients brought up by the deep cold waters, there’re Whales!

 

In the fly to Christchurch we have the sun almost directly behind us and we fly along a ghost shadow of our plane cloaked in a swirl of rainbow.

At the airport in few minutes I'm able to take a bus for Kaikoura and I arrive there in the first afternoon.

A short tour in the little town and I'm ready for tomorrow adventures.

I sleep at the

Albatross Backpacker Inn

www.albatross-kaikoura.co.nz

Owned by an ironic unruffled Australian that loves dogs. His little one, a white Chihuahua with long hair, under a hugely grinning blue whale, stares at you from books and postcards all around the city

Oggi, dopo un paio di giorni a riposare dopo il viaggio a nord e a studiare, presto la mattina, parto per l'Isola del Sud.

OK, ho mentito. Non era vero che non volevo vedere di nuovo l'oceano per un po' di tempo.

Il mio bersaglio è Kaikoura, dove c'è la più grande fossa sul fondo dell'oceano di tutto l'emisfero sud.

Non è solo un più o meno astratto interesse nell'oceanografia. Lì, attratte dai nutrienti portati su dalle profonde correnti fredde, ci sono le Balene!

 

Nel volo per Christchurch abbiamo il sole quasi direttamente dietro di noi e voliamo di fianco ad un'ombra fantasmica del nostro aereo ammantellata in un turbine di arcobaleni.

All'aeroporto in pochi minuti riesco a prendere un bus per Kaikoura dove arrivo nel primo pomeriggio.

Dopo un breve giro della piccola cittadina sono pronto per le avventure dell'indomani.

Dormo al

Albatross Backpacker Inn

www.albatross-kaikoura.co.nz

Il proprietario è un ironico placido australiano che ama i cani. Il suo piccolino, un Chihuahua bianco dal pelo lungo, sotto il gigantesco sorriso di una balena blu, vi osserva dai libri e dalle cartoline dappertutto in città.

 

...a ghost shadow...

Albatross Backpacker Inn at dawn

 

Previous ] Up ] Next ]