Previous ] Up ] Next ]

New Zealand 2

 

New Zealand - April 1, 2005 - Auckland

 

I'm back to Auckland after my short visit in Wellington.

Finally I'm again in the SUN! It's, if not really hot, not cold! Beautiful!

In the afternoon, after the fly from Wellington, a visit to Devonport, a soft, sleepy little town on the opposite side of the water. It has wonderful views of Auckland and a lot of ancient, Victorian, houses. If not for the sun, you'd expect Mary Poppins out of any door. Charming.

Sono di ritorno ad Auckland, dopo la mia breve visita a Wellington.

Finalmente sono di nuovo al SOLE! E se non è proprio caldo non è freddo! Bello!

Nel pomeriggio, dopo il volo da Wellington, una visita a Devonport, una morbida, sonnacchiosa cittadina dall'altra parte del braccio d'acqua. Ha meravigliosi panorami di Auckland e un mucchio di antiche case vittoriane. Non fosse per il sole ti aspetteresti che Mary Poppins uscisse da una porta qualunque. Affascinante.

 

 

BUT

if seems I'm babbling (and probably it's true) it's because I'm not with my head on those things. It's because I'm waiting. Waiting for tomorrow to dawn.

Tomorrow I'll leave fo the trip to the Three Kings Islands, far north.

I do not want to say a thing.

I should be back April 7. See you after the trip,

MA

se sembra che che stia blaterando (e probabilmente è vero) è perché non ci sono con la testa su queste cose. E' perché sto aspettando. Aspettando che domani cominci.

Domani parto per il viaggio ai Three Kings Islands, lontano a nord.

Non voglio dire nulla.

Dovrei essere di ritorno il 7 di Aprile. Ci vediamo dopo il viaggio.

 

 

New Zealand - March 31, 2005 - Wellington - Auckland

 

A day visiting Wellington. I know, it's way too little but this is the time I have...

Beautiful city, it's the capital city and it's easy to notice it. It has nice, old houses, nesteld between huge new palaces in a strange but compelling mixture.

Un giorno di visita a Wellington. So che il tempo è troppo poco ma questo è tutto il tempo che ho.

Bella città, è la capitale e si vede facilmente. Ha vecchie case deliziose, annidate tra nuovi palazzi giganteschi in una mistura strana ma affascinante.

 

 

But it was COLD! It was RAINING! It was WINDY!

In the day I remained there jumped inside two museums, just for being out of the weather. The first was the Museum of Wellington City and Sea. Interesting enough, with a lot of data on the old Wellington.

And then I plunged inside the colossal Te Papa, the Museum of New Zealand. Inside this gigantic building a very interesting exposition: Qui tutto bene – The Italians in New Zealand.

With stories, happy and not, sometime frankly moving, of Italians emigrated here.

Here is the story of Primo Menara (1899 – 1991), of Laghi, in the Provincia of Vicenza.

And the necessary science exposition. As usual huge, splendidly presented and rich of any desirable information on the subject.

Really amazing.

Ma faceva FREDDO! PIOVEVA! Tirava VENTO!

Nel giorno che sono rimasto lì sono schizzato da un museo all'altro solo per stare al riparo dal tempaccio. Il primo era il Museum of Wellington City and Sea. Abbastanza interessante, con un sacco di dati sulla vecchia Wellington. E poi sono piombato dentro al colossale Te Papa, il  Museum of New Zealand. All'interno del gigantesco edificio una esposizione molto interessante: Qui tutto bene – The Italians in New Zealand.

Con storie, felici e no, qualche volta francamente commoventi, di italiani emigrati quaggiù.

Qui sotto c'è la storia di Primo Menara (1899 – 1991), di Laghi, in provincia di Vicenza.

E l'obbligatoria esposizione scientifica. Come al solito, splendidamente presentata e ricca di ogni desiderabile informazione sull'argomento.

Davvero stupefacente.

 

 

New Zealand - March 31, 2005 - Wellington

 

I arrived yesterday night at Wellington, with a bus, for a change, in Wellington.

I discovered that the nickname "Windy Welly" is REALLY well earned!

It's more than twelwe hourws that's raining VERY hard, and the wind is relentless.

Sono arrivato a Wellington ieri notte, con un autobus, tanto per cambiare.

Ho scoperto che il soprannome di "Windy Welly" è davvero BEN meritato!

Sono più di dodici ore che sta piovendo DAVVERO forte e il vento è senza requie.

 

 

New Zealand - March 29, 2005 - Palmerston North

 

This morning I rented a mountain bike, made with it almost 16 km of road between beautiful sleepy pastures and climbed the Manawatu Gorge Track, 3/4 hours walk.

I felt fit so, even with rain falling down, I stripped in shorts and t-short and run up the track with the backpack for almost one hour. Then the rain was too heavy, the foothold on the wet roots too treacherous, I did NOT want to sprain an ankle at two days from the Three Kings trip, and I stopped. I really have no idea where, in the course, I arrived. The track was way too heavy forested to permit to my GPS other than some scant peeks at the satellites, so I really have no idea. From the map they gave me at the information point probably almost to the end.

Then, under a heavy rain, I changed in warm dry layers of cloths and, leisurely, with the camera ready, now, I slowly went down.

 

Around the track a luscious, dark, heavy wonderful forest. With gigantic trees, palms, ferns everywhere. Magnificent!

Gigantic trees...

Questa mattina ho affittato una mountain bike, ci ho fatto quasi 16 km di strada, in mezzo a pascoli incantevoli e sonnolenti e mi sono arrampicato su per il Manawatu Gorge Track, 3/4 ore di camminata. Mi sentivo in forma così, anche con la pioggia che cadeva, mi sono spogliato in pantaloncini e maglietta e ho corso su per il sentiero con lo zaino in spalla per quasi un’ora. Poi la pioggia era troppo forte, l’appoggio dei piedi sulle radici bagnate troppo scivoloso, NON volevo storgermi una caviglia a due giorni dal viaggio ai Three Kings, e mi sono fermato. Non ho davvero idea, nel percorso, dove sono arrivato.. il sentiero era troppo fitto d’alberi perché il mio GPS potesse ottenere più qualche veloce sbirciata ai satelliti così non ho davvero idea. Dalla mappa che mi hanno dato all’information point probabilmente fin quasi in cima. Quindi, sotto pioggia battente, mi sono cambiato con vestiti caldi e asciutti e, con tranquillità, ora con la macchina fotografica in mano, sono lentamente sceso.

 

Intorno al sentiero una foresta meravigliosa, fitta, scura, rigogliosa. Con alberi enormi, palme, felci ovunque. Spettacoloso!

 

Around a luscious, dark, heavy forest...

... sleepy pastures...

 

New Zealand - March 28, 2005 - Palmerston North

 

I resolve to go south. And with the train, almost 11 hours of journey to go to Palmerston North.

Why Palmerston? Because near there’re hills, where it’s possible to do some of the Walks New Zealand is rightly so proud of.

With more time I could have stopped at National Park, where there are incredible walks of two, three and more days but…

And why the train? Because I love the train. It gives you the time to see the land, slowly. With that perhaps absurd belief that going slowly permits you to earn the trip. Without that too easy flying-carpet-magic of the airplane. Looking at the people changing around you. Appreciating the trip.

And the trip is really wonderful. A lot of rainbows (rain? Always!). The trees in the highland impressive. And, sorry kiwis, billions of what a tourist it’s expecting form New Zealand: sheep. And cattle. And sometimes deer.

Ho deciso di andare a sud. E con il treno, quasi 11 ore di viaggio per Palmerston North

Perché Palmerston? Perché vicino ci sono le colline, dove è possibile percorrere alcuni dei Sentieri di cui i Neozelandesi sono così giustamente fieri.

Con più tempo a disposizione avrei potuto fermarmi al National Park, dove ci sono sentieri incredibili di due, tre a più giorni...

E perché il treno? Perché io amo il treno. Ti dà il tempo di ammirare il terreno, lentamente. Con quella forse assurda convinzione che andare piano ti permette di meritarti il viaggio. Senza quel troppo facile effetto magia-tappeto-volante dell'aeroplano. Guardando la gente che cambia intorno a te. apprezzando il viaggio.

E il viaggio è davvero meraviglioso. Un sacco di arcobaleni (pioggia? Sempre!). Gli alberi nelle montagne impressionanti. E, scusate neozelandesi, miliardi di quanto un turista si aspetta dalla Nuova Zelanda: pecore. E bovini. E qualche volta cervi.

 

The train is whistling...

One of the too many rainbows...

The slow ascent...

National Park.

If you look hard you can see sheets of rain...

Imposing giant trees...

In the picture? Sheep...

 

At Palmerston North I sleep in the Ann Keith’s B&B. It’s higly recommended. In a wonderful old villa. And look at the breakfast table! Home made jams...

 

123 Grey street, Palmerston North

0064 (0)6 358 6928

ak1@clear.net.nz

A Palmerston North dormo da Ann Keith’s B&B. E' altamente raccomandato. In una incantevole vecchia villetta. E guardate al tavolo del breakfast! Marmellate fatte in casa...

 

123 Grey street, Palmerston North

0064 (0)6 358 6928

ak1@clear.net.nz

 

Previous ] Up ] Next ]