Previous Up Next

Amberjack - Ricciola

(Seriola Dumerili)

 

Canale di Sicilia - DaQualcheParte

amber42-bis.jpg (32001 byte)

That fish was 42 kg and I caught it in the 1992 summer. 
The IUSA (International Underwater Spearfishing Association) world records catalog was only a 41.3 kg entry taken by Dan Edgar in the early 1961. 
So my magnificent Amberjack should have been a record...
The IBSRC (International Bluewater Spearfishing Records Committee) world record instead was a wonderful 49.90 kg Seriola so here I was out of contest. 

By now the IBSRC World Record is so great that's difficult to hope that such fish still exists in the Mediterranean Sea. It's a incredible 73.09 kilos amberjack taken in the Canary Islands in 2003 by Antonio Concepcion Soria.

Why didn't you registered the record, instead of complaining now?
Because, till my first trip to Australia in 1997, I knew nothing about records. You have to know that in Italy they do not keep any record at all so I was utterly ignorant about them.
So I do not complain (well, not too much, anyway). But I'm so much keen now about big fish. In my underwater gear is always present a sealed water-resistant envelope with IUSA and IBSRC last-updated rules and applications forms... You never know...

amber42-2.jpg (30622 byte)

Quel pesce pesava 42 chili e fu catturato nell’estate del 1992.

La IUSA (International Underwater Spearfishing Association) aveva nei propri cataloghi per i record mondiali solo una pesce di 41,3 kg preso da Dan Edgar nel lontano 1961.

Così la mia magnifica ricciola avrebbe dovuto essere un record…

Il record della IBSRC (International Bluewater Spearfishing Records Committee)  era invece un meraviglioso esemplare di 49,9 kg. Così lì ero fuori gara.

Ora il Record del Mondo IBSRC è così grande che è difficile sperare che pesci simili esistano ancora nel Mar Mediterraneo. E' un'incredibile ricciola di  73.09 chili, presa alle Canarie nel 2003 da Antonio concepcion Soria.

 

Perché non hai registrato il record, invece di lamentarti ora?

Perché, fino al mio primo viaggio in Australia nel 1997, non conoscevo assolutamente nulla sui record. In Italia non viene tenuta nessuna registrazione di record così ero totalmente ignorante sul soggetto.

Così non mi sto lamentando (non molto, in ogni modo). Ma ora sono molto più diciamo attento ai grandi pesci. Nella mia attrezzatura subacquea è sempre presente una busta a tenuta d’acqua con le regole e i moduli da riempire, aggiornati all’ultimo momento disponibile, sia della IUSA sia della IBSRC. Non si sa mai…

Riccardo A. Andreoli

Previous Up Next